Chi è il socio AID


I soci sono il principale stakeholder (portatore d’interesse) di AID: rappresentano l’anima e il cardine dell’associazione. Nel loro insieme compongono l’Assemblea dei Soci, il massimo organo deliberante.

Oggi AID conta oltre 14.000 soci, che in base alla categoria di appartenenza si suddividono in:

  • genitori e familiari di bambini e ragazzi con DSA
  • adulti con DSA
  • insegnanti
  • tecnici (professionisti in ambito sanitario come medici, psicologi, logopedisti).

Queste categorie sono le stesse che trovano rappresentanza nel Consiglio Direttivo, eletto dall’assemblea dei soci.

L’iscrizione ad AID prevede il versamento di una quota associativa di 40 euro (25 euro per la fascia di età fra i 18 e i 25 anni), che ha validità per l’anno solare in corso (dall’1 gennaio al 31 dicembre).

In fase di iscrizione, ad ogni socio viene attribuita una sezione territoriale di appartenenza, corrispondente alla propria provincia di residenza.

Come dichiarato nell’ Art 5 dello Statuto (Attività di interesse generale), “l'Associazione si avvale prevalentemente dell’attività di volontariato dei propri associati”. Il socio volontario è un a persona che, per sua libera scelta, svolge attività in favore della comunità e del bene comune tramite AID, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro, neanche indiretti, ed esclusivamente per fini di solidarietà.

Oltre a svolgere attività come semplici volontari i soci possono ricoprire ruoli specifici all’interno dell’associazione:

  • ruoli di rappresentanza a livello locale (delegato, presidente di sezione, coordinatore regionale) e nazionale (consiglio direttivo)
  • ruolo di incaricato di sezione (socio nominato dal presidente di sezione a svolgere attività di supporto alla sezione territoriale di competenza)
  • ruolo di formatore (socio appartenente alla categoria “insegnanti” o alla categoria “tecnici” che a seguito di una preparazione specifica da parte di AID presta la propria attività formativa presso scuole e enti).

Perché associarsi ad AID


Diventare soci AID significa entrare a far parte di una grande comunità di persone che hanno a cuore il destino dei bambini, dei ragazzi e degli adulti con disturbi specifici dell’apprendimento.

Diventando socio AID contribuisci a sostenere la realizzazione di progetti e servizi di fondamentali a tutela delle persone con DSA, come l’help line nazionale e l’helpline adulti e lavoro, gratuiti e ad accesso universale o il fondo di solidarietà per l’accesso a laboratori e campus per l’autonomia, corsi di formazione ed eventi informativi.

Associarsi ad AID consente inoltre di accedere a una serie di servizi riservati:

  • LibroAID - servizio di erogazione dei libri di testo scolastici dalla scuola primaria alla scuola secondaria di II grado, per studenti con diagnosi DSA o certificazione 104/92. Scopri di più su questo servizio fondamentale per acquisire maggiore autonomia nello studio
  • Area Soci – uno spazio all'interno del quale trovare informazioni e materiali utili sui disturbi specifici dell'apprendimento: guide, video di approfondimento, documenti per le richieste scolastiche, etc.
  • Servizio di consulenza legale – attraverso avvocati convenzionati, il socio può ottenere una prima consulenza gratuita e accedere a tariffe agevolate, nel caso di avvio di un’azione legale
  • eShop – possibilità di acquistare, direttamente da società specializzate e selezionate da AID, prodotti e servizi dedicati ai DSA (libri, software, hardware, corsi ed eventi) a prezzi agevolati
  • Agevolazioni sulle iniziative di formazione, informazione, autonomia - agevolazioni sulle quote di partecipazione a iniziative formative e informative (sia di sezione sia nazionali come webinar, congressi, etc.) e a percorsi per l’autonomia (laboratori specialistici in convenzione, campus, etc.)
  • Ripetizioni con bSmart - convenzioneper usufruire del servizio di ripetizioni online, a condizioni vantaggiose, con tutor specializzati in DSA. 

Ma associarsi ad AID è molto di più: significa diventare protagonisti del cambiamento, per costruire un futuro migliore per le persone con DSA.

Ogni socio ha infatti la possibilità di partecipare in prima persona alla vita associativa, attraverso attività di volontariato.

A livello locale, può contribuire a promuovere e realizzare le iniziative delle sezioni provinciali: da servizi come gli sportelli di ascolto a eventi informativi, fino a progetti formativi. Per organizzare queste attività i soci sono coinvolti in assemblee e gruppi di lavoro.

A livello nazionale, i soci possono partecipare alle assemblee generali dell’associazione, con la possibilità di esprimere il proprio voto, ad esempio, per l’approvazione dei bilanci di esercizio, per il rinnovo delle cariche istituzionali.

I soci AID possono inoltre candidarsi a ricoprire ruoli di rappresentanza a livello locale e a livello nazionale, in base ai criteri stabiliti nel regolamento di AID.

Se vuoi saperne di più scrivi a volontari@aiditalia.org

Condividi