News ed eventi

Un'iniziativa di AID e Gruppo DEAL dell'Università Ca'Foscari

Patentino del docente di lingue dyslexia friendly

Patentino del docente di lingue dyslexia friendly

AID e il Gruppo di Ricerca DEAL dell’Università Ca’ Foscari Venezia promuovono il “patentino” del Docente di lingue Dyslexia Friendly: una certificazione pensata per attestare il possesso, da parte del docente di lingua (materna, straniera, seconda o classica) delle conoscenze teoriche e pratiche sulla didattica delle lingue a studenti con DSA.

Il patentino si configura, dunque, per il docente come un modo per dimostrare le proprie competenze sulla didattica a studenti con DSA e, per lo studente e le famiglie, come un aiuto concreto per poter fare una scelta consapevole del proprio percorso di studi.

Il patentino verrà rilasciato dietro al superamento di una prova scritta che servirà a verificare:

  • le conoscenze basiche normative,
  • le conoscenze teoriche sull’inclusività-accessibilità nell’insegnamento linguistico
  • e infine le capacità pratiche di analizzare e intervenire su materiali linguistici e, ad un livello più generale, la progettazione di interventi didattici che rispettino i principi di inclusività-accessibilità.

In altre parole, la prova scritta cercherà di verificare le conoscenze sulla didattica delle lingue a studenti con DSA a 360º dalla normativa, alla progettazione e la realizzazione.

Descrizione delle prove: normativa e glottodidattica

La prova è strutturata come segue:

a. Prima parte: la normativa

La prima parte della prova si concentra sulla normativa riguardante la didattica a studenti con DSA nella scuola italiana. Si svolgerà in modalità online sotto forma di test computerizzato (domande a risposta chiusa, con scelta multipla).

Per superare questa parte della prova il candidato dovrà rispondere correttamente ad un minimo del 70% delle domande.

b. Seconda parte: glottodidattica

Questa seconda parte si concentrerà sulla didattica delle lingue a studenti con DSA, sarà svolta in presenza in formato cartaceo. Potranno avere accesso a questa parte della prova solo i candidati che abbiano superato la prima parte della prova (la normativa).

Questa seconda parte è divisa a sua volta in due parti diverse: una teorica e una parte pratica.

b1. Parte teorica

In questa parte teorica si verificheranno le conoscenze teoriche del candidato tramite un test diviso in due sezioni:

  • la prima sezione saranno 10 domande a scelta multipla su questioni puramente teoriche;
  • la seconda sezione saranno altre 10 domande a risposta aperta (tendenzialmente risposte brevi).

b2. Parte pratica

Nella parte pratica il candidato dovrà dimostrare le proprie capacità e esperienza nel creare e/o adattare materiali glottodidattici per studenti con DSA e inoltre nell'interpretare in chiave glottodidattica una diagnosi di uno studente con DSA.

Al candidato verranno sottoposte due domande che potrebbero essere di questo tipo:

  • Analisi di materiali: Si offre al candidato una attività didattica nella lingua scelta dal candidato e si chiede di indicare le principali barriere che può trovare uno studente con DSA, ragionare sul perché potrebbe essere una barriera e proporre delle soluzioni (adattamenti, interventi, ecc.) per aumentare l’accessibilità-inclusività dell’attività didattica;
  • Analisi di un manuale di lingua: Si offre al candidato una doppia pagina di un manuale per l’insegnamento linguistico della lingua scelta dal candidato e si chiede di indicare le principali barriere che può trovare uno studente con DSA nel percorso o impostazione della lezione, ragionare sul perché potrebbe essere una barriera e proporre delle soluzioni (adattamenti, interventi, ecc.) per aumentare l’accessibilità-inclusività del percorso;
  • Implicazione glottodidattica da una diagnosi: Si offre al candidato una diagnosi di uno studente con DSA e si chiede di implicare a livello glottodidattico le possibili barriere e difficoltà che potrebbe avere lo studente e proporre degli interventi mirati ad aumentare l’accessibilità-inclusività della didattica.

La strutturazione delle prova, in modalità grafica, è la seguente

Punteggio della prova

Il risultato della prova verrà indicato in centesimi e i punti verranno così attribuiti:

- Parte a, “la normativa”: non ha punteggio, per superare questa parte della prova bisogna rispondere in modo corretto ad un minimo del 70% delle domande. Se non si supera questa parte la prova verrà annullata.

- Parte b. “glottodidattica”: avrà un punteggio di 100 punti, così distribuiti.

Parte b1, teorica: 30 punti.

  • 10 punti per item a scelta multipla (1 punto per item)
  • 20 punti per item a risposta aperta (2 punti per item)

Parte b2, pratica: 70 punti.

  • 1 domanda: 35 punti
  • 2 domanda: 35 punti

Per superare la parte b. della prova (glottodidattica) il candidato dovrà:

  • Avere un punteggio pari o superiore al 50% di ciascuna delle parti, vale a dire 15 punti per la parte pratica e 35 per la parte teorica.
  • Avere un punteggio totale pari o superiore al 70% della prova, vale a dire, la somma del punteggio deve essere pari o superiore a 70 punti.
Modalità e tempi di erogazione delle prove

La prima parte della prova (“normativa”) verrà erogata tramite questionario online

Venerdì 2 ottobre 2020 ogni candidato riceverà una email da parte di AID con il link che rimanda al questionario online (ancora non attivo).

Il questionario online sarà attivo solo domenica 18 ottobre, giorno della prova.

La seconda parte “glottodidattica” sarà erogata in presenza, in formato cartaceo. Lo svolgimento della prova seguirà questo schema:

  • Parte teorica: tempo per la realizzazione 45 minuti
  • Pausa 10 minuti
  • Parte pratica: tempo per la realizzazione 2 ore e mezza

Nel momento dell’iscrizione alla prova, il candidato dovrà scegliere indicare nel form su quale lingua vorrebbe effettuare la prova, scegliendo fra una rosa di lingue più diffuse, ovvero: inglese, spagnolo, francese, tedesco, italiano L1, italiano L2, italiano LS, latino.

Se il candidato volesse realizzare la prova su una lingua diversa (ad es. russo, cinese o altro) potrà indicare la ulteriore lingua nel campo note del form di iscrizione. 

Sarà cura dell’organizzazione cercare di proporre una prova pratica sulla lingua scelta, confermando la fattibilità al candidato. Qualora, per necessità organizzative, questo non fosse fattibile, il candidato dovrà svolgere la prova sulla prima lingua "obbligatoria" selezionata nel form.

SEDE, DATE DELLE PROVE ISCRIZIONE

La prova del patentino verrà proposta con cadenza orientativamente annuale nella città di Bologna, ma potranno essere organizzati altri appuntamenti di erogazione della prova in momenti e luoghi diversi.

Anno 2020

Data delle prove:

  • Prova online "normativa", - 18 ottobre 2020;
  • Prova cartacea in presenza “glottodidattica” - un sabato del mese di novembre 2020, che sarà comunicato agli iscritti il prima possibile

Luogo: Bologna. La sede della prova sarà comunicata agli iscritti il prima possibile

Orario: in considerazione dell’emergenza sanitaria Covid-19, è probabile che la prova venga erogata ad un gruppo di candidati al mattino ad altro gruppo nel pomeriggio. Ad ogni modo la prova si terrà per tutti gli iscritti nella stessa giornata.

Costo: il costo della prova è di 75€

Le iscrizioni si effettuano online, cliccando sul pulsante qui sotto e compilando il form di registrazione

Il termine per effettuare l'iscrizione è giovedì 1 ottobre 2020. Il numero massimo di candidati è fissato in 200.

Iscriviti alle prove per il patentino

Condividi
Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, continua con la lettura. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. AUTORIZZO.