News ed eventi

Il 6 febbraio scorso, a Bruxelles: la delegazione di AID e EDA ha discusso di inclusione e accessibilità nella scuola e nel lavoro

Tutela delle persone con DSA in Europa: incontro il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli

Tutela delle persone con DSA in Europa: incontro il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli
Tutela delle persone con DSA in Europa: incontro il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli
Tutela delle persone con DSA in Europa: incontro il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli

Lo scorso 6 febbraio una delegazione della European Dyslexia Association, con la Vice Presidente AID Antonella Trentin, ha incontrato a Bruxelles David Sassoli, Presidente del Parlamento Europeo, per discutere di inclusione e accessibilità nel mondo della scuola e del lavoro di 40 milioni di cittadini europei con disturbi specifici dell'apprendimento (DSA).

"E’ una questione di diritti dell’individuo" ha dichiarato Sassoli, "Spesso purtroppo le persone con DSA non vengono messe in condizione di esprimere al meglio le proprie potenzialità e qualità professionali. Questa mancata valorizzazione dei talenti crea anche un notevole danno all'economia europea"

Nel corso dell’incontro, la Vice Presidente AID, affiancata da Elio Benvenuti, socio AID esperto in politiche del lavoro che ha contribuito all'organizzazione dell'evento, ha illustrato al Presidente Sassoli "Dyslexia@work.EU", progetto europeo di cui AID è capofila, recentemente approvato all'interno del programma Erasmus Plus.

Il progetto, che si svilupperà fino al 2022, vede come partner le associazioni che si occupano di DSA in altri 4 paesi europei, e si propone di promuovere l'accesso al mondo del lavoro delle persone con DSA.

In particolare l'obiettivo è realizzare interventi volti a migliorare le conoscenze e le competenze, in tema di dislessia, delle figure professionali preposte all'inserimento lavorativo (consulenti di orientamento, specialisti della gestione e della formazione delle risorse umane nelle aziende, operatori del Servizi per l'Impiego pubblici e privati).

La Presidente dell’EDA, Rosie Bisset, ha evidenziato la discriminazione a cui sono ancora soggetti tanti studenti europei nell’accesso all’istruzione, sia nel percorso scolastico sia in quello universitario, e ha auspicato che il parlamento di Bruxelles adotti una strategia per favorire una maggiore inclusione di questi studenti.

Il Parlamento Europeo ha già dimostrato attenzione al tema dell’accessibilità con un provvedimento, presentato nella scorsa legislatura dall’Onorevole Daniele Viotti, sull'accessibilità a tutti i documenti del Parlamento e della Commissione Europea.

Alla riunione ha partecipato anche l'eurodeputato Brando Benifei, Vice Presidente dell'intergruppo disability, che all'interno del Parlamento Europeo si occupa anche dei Disturbi Specifici dell'Apprendimento. Su richiesta di EDA, Benifei si è impegnato a proporre all'intergruppo la creazione di un sottogruppo dedicato unicamente ai DSA, per mettere a punto politiche attive a favore dei soggetti interessati.

“La sensibilità dimostrata dal presidente del parlamento europeo per il miglioramento delle condizioni di vita delle persone cin DSA è un segnale di grande speranza per 40 milioni di dislessici in Europa, due dei quali vivono in Italia” ha commentato la vicepresidente AID Antonella Trentin "e sicuramente aiuterà a diffondere ancora di più una cultura positiva sulla dislessia e sull’inclusione scolastica e lavorativa di questi cittadini nel nostro continente”.

All’incontro erano presenti oltre alla vicepresidente AID, Antonella Trentin, e alla presidente EDA, Rosie Bissett, il Vice Presidente EDA Vincent Lochman, Elio Benvenuti, socio AID della sezione di Torino esperto in politiche del lavoro e Lucia de Luca, socia AID della sezione di Reggio Emilia esperta di politiche europee.

Condividi
Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, continua con la lettura. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. AUTORIZZO.