Adulti (università, lavoro, etc.)


Univers@lità

Con l'obiettivo di realizzare un'università più inclusiva, AID ha attivato Univers@lità, percorso formativo e informativo su piattaforma e-learning, gratuito ed accessibile a tutti. Il progetto, che si rivolge in particolare agli studenti universitari con DSA, docenti, tutor, personale amministrativo dei servizi dedicati alla disabilità/DSA ha l’obiettivo di diffondere una corretta informazione e una cultura positiva sui DSA, anche in ambito accademico; individuare le strategie che meglio possono supportare gli studenti; promuovere metodologie di didattica inclusiva, anche attraverso la condivisione di best practice di atenei che stanno realizzando servizi e ambienti di apprendimento innovativi e accessibili. Il percorso online è attivo in maniera permanente sulla piattaforma formazione AID. Dalla sua attivazione, nell’ottobre 2018, al 2022, sono iscritte al percorso online 2.948 persone.

Progetto Adulti (2021 – in corso)

Avviato nel 2021, il progetto si propone di aprire un ampio confronto tra gli adulti con disturbi specifici dell’apprendimento su tutte le questioni che li riguardano da vicino: dal percorso universitario, alla patente di guida, al lavoro, alla piena realizzazione individuale e sociale.

Attraverso uno scambio diretto di idee fra i partecipanti, il progetto adulti vuole portare alla luce le reali esigenze delle persone adulte con DSA, sfatare i pregiudizi con i quali bisogna lottare quotidianamente e affrontare insieme le battaglie culturali, anche attraverso un maggiore coinvolgimento degli adulti nella vita associativa di AID.

Il progetto ha visto finora la realizzazione di due incontri:

  • giugno 2021: primo meeting nazionale degli adulti con DSA. Suddivisi in due stanze (una per gli studenti maggiorenni, una per i lavoratori) i partecipanti, guidati da un moderatore, hanno dialogato su difficoltà, potenzialità, bisogni.
  • novembre 2021: incontro su strumenti e strategie da utilizzare nella quotidianità e nel lavoro, per compensare le difficoltà. Questo tema, emerso nel corso del primo incontro, è stato trattato attraverso la condivisione di spunti ed esperienze personali.

Ai 2 incontri hanno partecipato oltre 200 persone.

Vrailexia: intelligenza artificiale per migliorare l’apprendimento degli studenti con DSA (2020 – in corso)

AID è ente partner di “VRAIlexia – Partnering Outside the Box: Digital and Artificial Intelligence Integrated Tools to Support Higher Education Students with Dyslexia”, progetto promosso dall’Università della Tuscia (Viterbo) e finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+.

L’iniziativa, che ha preso il via nel settembre 2020, avrà una durata di 3 anni e si propone di:

  • implementare strumenti di apprendimento adattivo, basato sull’intelligenza artificiale, per supportare gli studenti universitari con DSA nel proprio percorso accademico.
  • realizzare una rete di centri sperimentali universitari che definiscano protocolli per attuare una reale strategia di inclusione e di pari opportunità.

Gli obiettivi specifici del progetto sono i seguenti:

  1. Sviluppo e validazione di “Be- Special” una piattaforma digitale per supportare gli studenti con difficoltà di apprendimento, in particolare la dislessia, attraverso una piattaforma di e-learning che utilizza l'intelligenza artificiale (AI) per personalizzare automaticamente e adattare il suo contenuto ai bisogni degli studenti con DSA;
  2. Sviluppo di test in realtà virtuale per il processo di monitoraggio e valutazione dell’impatto dell’utilizzo del sistema adattivo “Be-Special” con un focus sulla motivazione, sviluppo di competenze trasversali. Sviluppo di un ambiente in realtà virtuale per la simulazione della percezione delle difficoltà del dislessico, rivolta a docenti universitari per mettersi nei panni degli studenti dislessici;
  3. Creazione di due percorsi formativi rispettivamente per personale docente universitario e per studenti universitari. Il Percorso di formazione per docenti è volto a rispondere alla mancanza di competenze su metodologie didattiche basate sui principi dell’Universal Design. Programma di studio intensivo (Crash Course) per studenti con la metodologia partecipativa hackathon volto a tirar fuori le capacità di pensatore visivo in un percorso basato su un approccio imprenditoriale.
  4. Creazione di una task force interna in ogni Ateneo partner per assicurare la trasferibilità delle competenze acquisite durante il corso di formazione al fine di diffondere l'approccio centrato sullo studente all'interno dell'Accademia.
  5. Creazione di un repository con catalogazione di materiali didattici e di apprendimento universitari per studenti dislessici, disponibili on line e raccolta di materiale didattico in UDL (universal Design for Learning) sviluppato dai docenti formati
  6. Proposta di un memorandum per promuovere una strategia comune e condivisa di inclusione sociale in ambito di istruzione universitaria che preveda servizi di consulenza per studenti, attività di formazione per docenti, attività di raccordo fra impresa, università e territorio promuovendo un effettivo modello di diversity management.

A VRAILEXIA partecipano diverse università europee, enti privati per l’istruzione e la disseminazione, l’Editore Giunti Psy, ricercatori del settore, psicologi e sociologi, oltre alla Icto (Information and Communication Technology Office), comunità scientifica nell’ambito dell’intelligenza artificiale applicata.

L’Associazione Italiana Dislessia ha voluto aderire al progetto in qualità di partner e fornirà la propria consulenza scientifica, oltre al supporto per la raccolta di dati e per la disseminazione.

DSA: Progress for work (2015 – in corso)

Il progetto, rivolto alle imprese, consiste in un percorso di analisi, formazione e definizione di buone prassi, finalizzato a promuovere l’inserimento lavorativo e la crescita professionale delle persone con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), all’interno all’organizzazione aziendale.

L’iniziativa si ispira ad attività e prassi consolidate nei Paesi anglosassoni e rappresenta il primo tentativo concreto di supportare aziende e lavoratori con DSA nell’interesse di entrambi. Il progetto fornisce:

  • alle aziende prassi e metodi per effettuare una valutazione appropriata del potenziale di un candidato dislessico e per valorizzare le prestazioni di eventuali lavoratori con DSA presenti in azienda
  • ai candidati e ai lavoratori con DSA che dichiarano il proprio disturbo, strumenti e strategie per far emergere il talento e compensare le eventuali difficoltà.

Il progetto, la cui durata complessiva è stimata fra i 6 e 12 mesi, si articola in 5 fasi strettamente correlate tra loro:

  • analisi ambientale,
  • formazione,
  • definizione, consegna ed implementazione di best practices,
  • verifica e revisione,
  • consegna del riconoscimento di “Dyslexia Friendly Company”.

Se richiesti dall’impresa, in funzione del contesto aziendale, è possibile inoltre implementare il Workplace Needs Assessment, una valutazione dei bisogni del singolo lavoratore, al fine di pianificare un piano di azione individualizzato.

Dyslexia@work (2018)

Dyslexia@work è stato un progetto pilota di ricerca-azione, rivolto prevalentemente a giovani e giovani adulti con DSA (dai 18 ai 30 anni) che avessero concluso o stessero concludendo il percorso di studi (diploma o laurea) e/o siano al primo inserimento o in una fase di formazione, qualificazione e cambiamento professionale.

Il progetto, sperimentato nel 2018, aveva i seguenti obiettivi:

  • Incrementare la consapevolezza rispetto agli ostacoli che i disturbi possono comportare nel mondo del lavoro.
  • Fornire suggerimenti per affrontare al meglio le fasi di ricerca del lavoro
  • Fornire un sostegno concreto per compiere la scelta più idonea in base alle caratteristiche e aspirazioni.
  • Fornire una guida all’utilizzo di strumenti compensativi sulla base del profilo, della mansione e del contesto aziendale.

Il percorso è stato strutturato in 3 fasi: incontri di informazione, corso di orientamento, colloqui di career counseling personalizzati.

I numeri della sperimentazione del progetto:

  • incontri di informazione: 5 appuntamenti presso altrettante sezioni AID (rivolti a 30 partecipanti a incontro)
  • corso di orientamento: percorso formativo di 5 ore per 13 persone, selezionate fra i partecipanti ai primi 5 incontri informativi;
  • colloqui di career counseling: 12 colloqui per ciascuno dei 10 partecipanti al corso di orientamento.

DSA: lavoro, orientamento, tutela, ricerca (ottobre 2020 – dicembre 2021)

“DSA: lavoro, orientamento, tutela e ricerca”, è il primo progetto di sistema in Italia finalizzato a promuovere linserimento lavorativo e la crescita professionale delle persone con DSA, attraverso iniziative di formazione, informazione e supporto diretto ai giovani adulti con DSA, alle aziende, alle scuole e alle università.

Finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - Direzione Generale del Terzo settore e R.S.I., il progetto si è svolto in modalità online, su piattaforma e-learning, ed è stato strutturato in 8 azioni:

  1. corso per “consulenti di carriera”, finalizzato a formare nuovi professionisti, per potenziare le attività di counseling e supporto alle persone con DSA che accedono al mondo del lavoro
  2. corso per “consulenti azienda sui DSA”, finalizzato a preparare professionisti da coinvolgere in attività di formazione e sensibilizzazione sui DSA, all’interno delle imprese
  3. “DSA: FormAzione Lavoro”, percorso rivolto a lavoratori e aspiranti lavoratori con DSA, finalizzato ad acquisire maggiore consapevolezza dei propri punti di forza e debolezza. Al termine del percorso online, i partecipanti. Al termine del percorso ogni partecipante ha potuto usufruire di 3 incontri di career counseling personalizzato con un consulente di carriera, in modo da ricevere supporto mirato sia nella fase di ricerca di un’occupazione che nel percorso di crescita professionale.
  4. “Dislessia e DSA nel mondo del lavoro: conoscerli per valorizzarli”, percorso di sensibilizzazione nelle aziende, finalizzato a realizzare ambienti di lavoro inclusivi per i lavoratori con DSA, valorizzando le loro potenzialità e promuovendone l’inserimento sui luoghi di lavoro. Info a questo link
  5. “DSA e Job Placement: per un orientamento consapevole”, corso per le figure che si occupano di job placement e orientamento professionale
  6. “DSA e università”, corso di formazione su DSA e didattica inclusiva rivolto ai docenti universitari
  7. "Orientamento scolastico: come indirizzare i giovani verso scelte consapevoli", corso di formazione ai docenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado per condividere strategie e strumenti pratici e teorici sulle migliori prassi di orientamento
  8. "A portata di App": strumenti e strategie per studenti universitari e lavoratori con DSA, percorso per studenti universitari con DSA, adulti con DSA impiegati o in cerca di impeigo, composto da video lezioni e tutorial per guidare le persone con DSA nell’utilizzo di strategie e strumenti per compensare le difficoltà e gestire al meglio l'attività lavorativa e di studio, al fine di migliorare il rendimento e il benessere professionale e accademico.

Nell'ambito del progetto è stato infine istituito inoltre un tavolo di lavoro sull’advocacy, che ha svolto le seguenti attività:

  • Raccolta e analisi delleLeggi Regionali sul tema dei DSA, in particolare in riferimento al mondo del lavoro;
  • Raccolta di informazioni riguardo allasituazione legislativa in Europa;
  • Progettazione e realizzazione di attività di indagineper conoscere meglio la realtà dei lavoratori con DSA in Italia;
  • Formulazione di ipotesi e proposteper affrontare meglio la problematica emersa.

il tavolo advocacy ha prodotto un report, scaricabile da questo link.

RISULTATI

  • “DSA: FormAzione Lavoro”: 352 adulti con DSA impiegati o in cerca di impiego hanno svolto il corso. Di questi 150 hanno usufruito di 3 ore di counseling ciascuno, con 32 consulenti di carriera formati da AID.
  • “DSA e Job Placement”: 172 professionisti in orientamento professionale
  • "Dislessia e DSA nel mondo del lavoro: conoscerli per valorizzarli ": 236 referenti di azienda
  • “Orientamento scolastico: come indirizzare i giovani verso scelte consapevoli”: 554 insegnanti delle scuole secondarie
  • “DSA e Università”: 470 docenti in ambito accademico.
  • “A portata di App: strumenti e strategie per studenti universitari e lavoratori con DSA”: 408 iscritti

All’indagine sull’accesso al mondo del lavoro delle persone con DSA hanno partecipato 500 persone, tramite compilazione di un questionario online anonimo.

Dyslexia@work.EU (2019 - 2021)

Dyslexia@Work.EU è un progetto Erasmus+ che si propone di migliorare le competenze sui DSA delle figure professionali (consulenti di orientamento, specialisti in gestione e formazione delle risorse umane nelle aziende, operatori del Servizi per l'Impiego) preposte all'inserimento lavorativo.

AID è capofila del progetto. Gli enti partner appartengono a 5 paesi europei.

OBIETTIVI:

  • individuare buone prassi, metodologie e strumenti nel contesto europeo che consentano alle aziende, ai selezionatori, ai servizi per il lavoro pubblici e privati, anche in presenza di difficoltà specifiche come la dislessia, di valutare in modo appropriato le capacità e il talento di un candidato dislessico;
  • fornire contestualmente ai dislessici adulti opportunità per approcciare e affrontare serenamente le fasi di ricerca e selezione, l’inserimento lavorativo e la crescita professionale, minimizzando la fatica e i disagi che la dislessia comporta.

Nel 2021 sono state portate a termine le prime 2 fasi del progetto:

  • ANALISI COMPARATIVA: stesura e pubblicazione di un documento che sintetizza e confronta le leggi e le altre normative messe in atto nei 5 Paesi europei aderenti al progetto (Italia, Francia, Regno Unito, Irlanda, Malta) in tema di dislessia e lavoro (es. l'organizzazione dei Servizi per il Lavoro pubblici e privati, le modalità di reclutamento e selezione del personale, etc.)
  • RICERCA-AZIONE: attività finalizzata a rilevare conoscenze e competenze sui DSA negli operatori/professionisti che in vario modo si occupano di inserimento lavorativo. Sono state realizzate 100 interviste strutturate a operatori del settore nei Paesi coinvolti.

La terza e ultima fase, che verrà realizzata nel 2022, prevede invece la creazione di Linee Guida che avranno l’obiettivo di fornire agli operatori (orientatori, reclutatori, selezionatori, operatori di istituzioni pubbliche, ecc) gli strumenti idonei per individuare e valorizzare le reali potenzialità dei lavoratori dislessici.

Condividi